TOSCANA

 

MASSA MARITTIMA (GR) – il Carapax, centro per la salvaguardia delle tartarughe europee ospita e riproduce numerose specie di tartarughe allo scopo di supportare le popolazioni selvatiche a rischio estinzione tramite rilasci in natura dei giovani esemplari nati al centro. Al carapax sono ospitate anche numerose specie esotiche terrestri e acquatiche. Le Emys orbicularis sono ben visibili, così come le tartarughe acquatiche esotiche. Le tartarughe terrestri italiane sono distinte per regione e luogo di provenienza e allevate per lo più in ampi recinti in condizioni di semilibertà, pertanto non è molto agevole l’osservazione se non in determinate ore della giornata; più facile è l’osservazione dei piccoli di Testudo europee tramite una galleria a vetri seminterrata, mentre facilissimo è osservare e fotografare le grandi Geochelone sulcata africane. (Foto 1997)

 

www.carapax.org

ATENZIONE!

Il centro Carapax è attualmente chiuso ai visitatori.

 

Geochelone carbonaria

Cuora flavomarginata

Laghetto riproduzione emididae europee

Laghetto semi-naturale emididi europee

Laghetto semi-naturale emididae americane

Testudo hermanni sub-adulte

Testudo marginata

Geochelone sulcata

 
PISA (PI) – su entrambe le porte del duomo in piazza dei miracoli è rappresentata una Testudo hermanni sopra la scritta "TARDE SED TUTO", mentre poco distanti, nel laghetto del giardino botanico, nuotano vari esemplari di tartarughe palustri esotiche originarie del nuovo mondo. (Foto 2002)

Particolare del portale del duomo in Piazza dei miracoli

Trachemys scripta elegans nel laghetto dell'orto botanico

 
FIRENZE (FI)– alla fine del Ponte Vecchio, troviamo la fontana raffigurante il Dio Bacco, con il volto del paffuto nano di corte di Cosimo I, a cavallo di una Tartaruga.
PISTOIA – nello "Zoo di Pistoia" troviamo una fontana con molti esemplari di Trachemys scripta elegans. Lo spazio non è molto e l’ambientazione non è troppo naturale, ma l’acqua è pulitissima e gli esemplari sono in ottima salute! (Foto 2001)

 

INDIETRO

NOTE EDITORIALI - TARTOOMBRIA: IL SITO DI RIFERIMENTO PER I "TARTAMANTI" UMBRI - FOLIGNO (PG) - INFO@TARTOOMBRIA.ORG