STORIE DI SALVAGUARDIA

Cosa accomuni una nobildonna danese dei primi del '900 ad un premio Nobel per la medicina o una ragazza vissuta per due anni sulla cima di una sequoia ai concetti di sistematica ed evoluzionismo è lo stesso spirito che anima Jane Goodall quando afferma:

"Solo se li comprenderemo potremo curarcene.
Solo se ce ne cureremo potremo aiutarli.
Solo se li aiuteremo potranno salvarsi."

Curiosità nei confronti della vita selvaggia, dedizione alle proprie passioni e amore per la natura sono gli strumenti alla base della conoscenza che ci permette oggi di osservare gli animali selvatici con una nuova sensibilità e soprattutto di rispettare e proteggere le numerose specie minacciate di estinzione...

... e a volte i sogni diventano realtà!


INDIETRO

 

STORIE DI SALVAGUARDIA

INCUBATRICE FAI DA TE

TERRARIO IN CASA

TERRARIO IN BALCONE

CACTUS

LAGHETTO IN GIARDINO

RECINTO IN GIARDINO

TARTARUGHE SCATOLA

TARTARUGHE A DUE TESTE

ALBINISMO

NASCITE GEMELLARI

SCAGLIE ANOMALE

TARTA NEWS

TARTA SPOT

IBRIDI

 

 

Lee & Jerald Durrell - Zoo "l'Arca" nell'isola di Jersy

(1925 - 1995)

www.durrellwildlife.org

Come un vero Noè nella sua "Arca", Gerald Durrell è stato uno dei pecursori del moderno concetto di zoo. Negli anni '50, egli acquistò in un'isola nella manica un castello con dieci ettari di terreno dove poter iniziare la sua avventura. L'idea era quella di creare uno zoo molto speciale dedicato all'allevamento, allo studio e alla riproduzione delle specie animali in via di estinzione. Il fine era quello di poterne aiutare la preservazione e la conservazione nel loro habitat naturale tramite la reintroduzione degli esemplari riprodotti in cattività. Tra le varie specie ospitate non poteva mancare qualche tartaruga: nella foto lo vediamo intento a ritrarre un esemplare di Astrochelys radiata del Madagascar.

Tra i suoi libri: "La mia famiglia e altri animali" (1975); "Storie del mio zoo" (1982); "Il naturalista a quattro zampe" (1983).

Oggi la fondazione "Jersey Wildlife Preservation Trust" continua l'opera iniziata dal suo fondatore sotto la guida della moglie Lee Durrell.

 

Karen Blixen - "La mia Africa"

(1885-1962)

www.karen-blixen.dk

Nata a Rungstedlung, dalla nobile famiglia dei Dinesen, viene educata in Svizzera e in Inghilterra. Dopo il matrimonio nel 1914 si trasferisce in Kenya dove vive e lavora nella sua fattoria fino al 1931. Quest'esperienza segna la sua esistenza e nel momento in cui la moda del Safari e della caccia grossa vive il suo "splendore", si sviluppa in lei un sentimento moderno di amore per la natura e di rispetto per la vita selvaggia che ancora respiriamo nelle sue opere.
Nel momento in cui possedere un'animale significava catturalo e impagliarlo, sentirla parlare della sua antilope Lulu, allevata in casa e liberamente restituita alla savana, rende chiaramente la sua moderna sensibilità nei confronti della natura:
"La libera unione fra la mia casa e l'antilope mi pareva una cosa preziosa e rara. Venendo dal mondo selvaggio, Lulu era la prova della nostra armonia con esso, creava un legame inscindibile fra la mia casa e la natura africana sicché nessuno poteva dire dove finiva l'una e cominciava l'altra"
.

Tra i suoi libri: "La mia Africa" (1959)

 

Julia Butterfly Hill - "La ragazza sull'albero"

(1974)

www.circleoflifefoundation.org

Julia ha 24 anni quando, nel dicembre del 1997, si arrampica sulla cima di una sequoia millenaria in una foresta della California. Per due anni ella riesce a vivere su una piattaforma di circa due metri quadrati in nome della sua "battaglia" per evitare che Luna (così Julia battezza la sequoia) e la sua foresta vengano abbattute. Grazie all'ausilio di un pc e di un cellulare gestisce la protesta rimanendo su quella cima fino a quando, nel dicembre del 1999, incoraggiata da un folto gruppo di amici e sostenitori, ella vince la sua battaglia e ascende a simbolo della lotta contro la deforestazione in nome della salvaguardia e della conservazione delle foreste di tutto il mondo.

Insieme ai suoi sostenitori Julia ha dato vita alla fondazione "Circle of Life Foundation" impegnato nel tentativo di trasformare il modo di interagire tra l'uomo e il resto degli esseri viventi.


La sua storia è narrata nella sua autobiografia "The legacy of Luna", testo tradotto in italiano con il titolo "La ragazza sull'albero" oppure nel libro "Dancing in the Treetop" by Nicholas Wilson.

 

 

Darwin Charles Robert - Padre dell'evoluzionismo

 

(1809 - 1882)

Naturalista inglese del XIX secolo, nel 1831 si imbarca sul brigantino "Beagle" per una spedizione scientifica che si conclude nel 1836. Durante questo lungo viaggio che lo conduce anche in America Latina e alle isole Galapagos, Darwin effettua delle osservazioni sulla flora e sulla fauna, grazie alle quali formulerà in seguito la teoria dell'evoluzione della specie e nei suoi famosi testi getterà le basi delle moderne teorie evoluzionistiche.

Tra i suoi libri: "L'origine della specie attraverso la selezione naturale" (1859)

 

 

Dian Fossey - "Gorillas nella nebbia "

 

(1932 - 1985)

www.gorillafund.org

www.gorillas.org

Ecologista e ricercatrice americana, giunta in Africa nel 1963, si stabilisce sui monti Virunga dove si dedica allo studio e alla salvaguardia dei gorilla di montagna fino alla sua morte. Nel 1967 fonda il “Karisoke Research Center” il cui fine è quello della protezione dei Gorilla dall’estinzione. Nel 1973 ella riceve il premio Nobel in Fisiologia e Medicina per il suo libro “Gorilla nella nebbia”, testo in cui il trattato scientifico di etologia si confonde con un’avvincente autobiografia di una donna che con l’orgoglio e la consapevolezza del valore scientifico del proprio lavoro, dedica la sua vita alla propria passione. La sua attività la porterà infatti a scontrarsi spesso con i bracconieri indigeni e con le autorità locali, fino a quando, nel 1985, viene trovata brutalmente assassinata nella sua casa nella foresta. Ancora oggi il “Dian Fossey Gorilla Found”, così rinominato dopo la sua morte, persegue gli obiettivi della fondatrice impegnandosi nella salvaguardia dei gorilla di montagna in Africa.

 

 

Jane Gooddall - Il regno degli Scimpanzè

 

(1934)

www.janegoodall.org

Jane Goodall (Londra, 1934) trascorre gran parte della sua vita in Tanzania, nel Gombe National Park, dove si dedica per più di trent'anni all'osservazione e allo studio del comportamento e delle abitudini degli scimpanzè nel loro habitat naturale. Nella convinzione che la conoscenza degli animali è il primo strumento per la loro salvaguardia, la ricercatrice si impegna in un'importante opera di divulgazione: documentari per il National Geographic, una raccolta di studi "Chimpanzees of Gombe: Patterns of Behaviour" e due best-seller "In the shadow of man" e "Through a window".

Il Jane Goodall Institute for Wildlife Research Education and Conservation ha sede negli Stati Uniti, in Canada e in Gran Bretagna. Enti prestigiosi quali il WWF, l'Enciclopedia Britannica, la Fondazione Albert Schweitzer, hanno attribuito alla Goodall premi e importanti riconoscimenti.

 

 

Joy & George Adamson - "Nata libera "

 

(1910 - 1980)

Joy Adamson nasce in Austria e vive per moltissimi anni in Kenya, dove suo mariro George è capo guardiacaccia del distretto della frontiera settentrionale e dove muore nel gennaio 1980.

Nel 1960 scrive il libro "Born free" in cui racconta la sua esperienza in Africa al fianco del marito e la vicenda di Elsa, un cucciolo di leone adottato e cresciuto dai coniugi per poi essere restituito alla savana. Attraverso questa straordinaria avventura, che si conclude con la rieducazione di Elsa alla vita selvaggia, la scrittrice rivela una profonda conoscenza degli animali e soprattutto una moderna sensibilità nei confronti della natura.

 

 

Linneo Carlo- Padre della sistematica

 

(1707 - 1778)

Carl von Linné, naturalista svedese e fondatore della moderna sistematica, getta le basi della moderna classificazione degli esseri viventi. Nel suo celebre lavoro "Systema naturae" introduce il criterio della suddivisione gerarchica in classi, ordini, generi e specie e adotta la nomenclatura binomia: un nome per indicare il genere e un aggettivo per indicare la specie.

Tra i suoi libri: "Fundamenta botanica" (1736)

 

 

Lorenz Konrad Zacharias - Padre dell'etologia

 

(1903-1989)

Biologo austriaco, Konrad è da considerarsi uno dei padri dell'etologia. Nel 1949 fonda ad Altenberg un istituto per le ricerche sul comportamento degli animali. Critico verso le interpretazioni antropomorfiche della zoologia, egli condivide con tutti gli esseri viventi curiosità, affettuosità e senso del gioco, prediligendo l'osservazione del comportamento degli animali nel loro habitat. Questo nuovo punto di vista sulle dinamiche comportamentali, gli permette di individuare e studiare fenomeni nuovi quali la ritualità, la territorialità, il codice di comportamento, il significato dell'aggressività, la natura degli istinti, che costituiscono la base della moderna etologia. Tali indagini gli valgono il premio Nobel per la fisiologia e la medicina, che nel 1973 condivide con K. von Frish e N. Tinbergen.

Tra i suoi libri: "L'anello di re Salomone" (1949); "Il cosiddetto male" (1963); "L'altra faccia dello specchio" (1973).

 

 

Anne Labastille - "Mama Poc"

 

 

Consulente ecologica e scrittrice fotografa, ha da sempre dedicato tutta la sua vita alla protezione delle specie minacciate di estinzione. Nello strenuo tentativo di salvare il colimbo gigante (poc) del lago Atitlan in Guatemala, ella si è distinta quale prima ecologista ad aver osservato e sistematicamente documentato l'estinzione di una specie nell'arco di 25 anni.

Tra i suoi libri: "Mama poc" (1990).

 

 

Penny Patterson - Koko, il gorilla parlante

 

(1947)

www.koko.org

Francine "Penny" Patterson, nata a Chicago, è una ricercatrice che è riuscita a insegnare ad un gorilla chiamato Koko il linguaggio dei segni usato dagli umani. Nel 1978, insieme al suo collega Ronald Cohn, fonda il "The Gorilla Foundation" di cui attualmente è Presidente e Direttore di ricerca: la fondazione ha lo scopo di implementare la preservazione, la protezione e il benessere dei gorilla tramite lo studio e la ricerca della comunicazione tra le specie.

Tra i suoi libri: "The education of Koko".

 
     

 

Le immagini di questa pagina non sono dell'autore, ma sono state acquisite dai links sopra citati o dai testi indicati nella bibliografia.

NOTE EDITORIALI - TARTOOMBRIA: IL SITO DI RIFERIMENTO PER I "TARTAMANTI" UMBRI - FOLIGNO (PG) - INFO@TARTOOMBRIA.ORG