TARTARUGHE A DUE TESTE


L’allevamento intensivo, ma anche il semplice caso, possono essere alla base di quella che sembra una reale mostruosità: la nascita di “tartarughe a due teste”. La cosa, già avvenuta in diverse specie, è da ritenersi eccezionale, ma si presenta con una certa frequenza soprattutto nel caso della Trachemys scripta elegans allevata in modo intensivo a scopo commerciale.

La cosa straordinaria pertanto non è la nascita in sé (cosa che può verificarsi in tutti gli esseri viventi), quanto piuttosto il fatto che in diversi casi queste tartarughe riescono a sopravvivere e a crescere, apparentemente senza eccessivi problemi.

Al giardino delle tartarughe di Singapore, in Malesia, è possibile osservare un esemplare a due teste della specie Pelodiscus sinensis che sopra vediamo immortalato in occasione del suo compleanno.

Come si è detto è possibile che la cosa si verifichi anche in natura, come nel caso di queste Testudo hermanni siamesi rinvenute alcuni anni fa in Sardegna.

INDIETRO

 

STORIE DI SALVAGUARDIA

INCUBATRICE FAI DA TE

TERRARIO IN CASA

TERRARIO IN BALCONE

CACTUS

LAGHETTO IN GIARDINO

RECINTO IN GIARDINO

TARTARUGHE SCATOLA

TARTARUGHE A DUE TESTE

ALBINISMO

NASCITE GEMELLARI

SCAGLIE ANOMALE

TARTA NEWS

TARTA SPOT

IBRIDI

 

NOTE EDITORIALI - TARTOOMBRIA: IL SITO DI RIFERIMENTO PER I "TARTAMANTI" UMBRI - FOLIGNO (PG) - INFO@TARTOOMBRIA.ORG