TESTUDO HERMANNI HERMANNI MOLISE

Fin da epoche antichissime, questa regione, ha avuto numerosi scambi con la vicina Albania, e ancora oggi, vicino alle coste, ci sono paesi in cui è predominante l'etnia albanese. A seguito di questi intensi rapporti e poiché la tartaruga rientra tra le specialità gastronomiche di questo paese, in passato, molti esemplari di Testudo hermanni boetgerii, diffusa in Albania, sono stati importati in molise e ancora oggi non è difficile trovarne allo stato selvatico in zone litoranee. All'interno della regione invece troviamo la Testudo hermanni hermanni tipica del nostro paese.

TESTUDO HERMANNI hermanni (Gmelin, 1789)

HABITAT: zone collinari e montane interne, la specie frequenta pascoli e boschi, con predilezione per le zone percorse da fiumiciattoli e torrenti;



DIMENSIONI MAX MASCHIO: notevoli rispetto alla media della specie;
DIMENSIONI MAX FEMMINA:
notevoli rispetto alla media della specie;

CARAPACE: di colore abbastanza scuro con macchie nere molto estese e colorazione di fondo tendente a volte al verdastro. Lo scuto sopracaudale si presenta spesso diviso sia internamente che esternamente. Le suture tra le placche cornee sono solitamente ben pronunciate e alcuni esemplari presentano una certa piramidalizzazione degli scuti: presumibilmente, trattandosi di animali selvaticitale piramidalizzazione è dovuta ad una eccessiva alimentazione conseguente dal fatto che queste tartarughe frequentano ambienti piuttosto umidi e ricchi di vegetazione tutto l'anno;

PIASTRONE:
tipico della specie, ma con placche gulari abbastanza pronunciate

CUTE:
gialla a livello degli arti, mentre sul cranio risulta piuttosto grigiastra. Le unghie sono generalmente piuttosto scure;



STATUS e VULNERABILITA': la specie si riproduce regolarmente in almeno uno dei siti noti.

FEMMINA MASCHIO e GIOVANE (esemplari selvatici)
(foto Alessandro 2007)

 

INDIETRO

FOTO ESEMPLARI Thh MOLISE

NOTE EDITORIALI - TARTOOMBRIA: IL SITO DI RIFERIMENTO PER I "TARTAMANTI" UMBRI - FOLIGNO (PG) - INFO@TARTOOMBRIA.ORG