Trachemys scripta elegans - Tartaruga dalle orecchie rosse americana

Wield - 1838

Specie originaria del nuovo mondo, diffusa nella valle del Mississipi a sud fino al Messico.

DIMENSIONI MAX MASCHIO: fino a 16 cm circa;
DIMENSIONI MAX FEMMINA: fino a 28 cm circa;

CARAPACE: di forma ellessoidale, presenta delle bande gialle su fondo bruno-verdastro. In alcuni esemplari generalmente anziani la colorazione appare unifomemente scura, tanto da presentarsi quasi nera;

PIASTRONE: macchie scure su fondo giallo;

CUTE: di colore verdastro con striature fini bianco-giallastre; tipiche della specie sono le due bande rosso-arancio dietro l'occhio. In alcuni esemplari la colorazione della cute ppare uniformemente nera tanto da non poter distinguere né le striature né le bande rosse;

DIMORFISMO SESSUALE: le femmine presentano un carapace più bombato dei maschi. Questi ultimi presentano uno coda più lunga delle femmine e le unghie delle zampe anteriori molto lunghe;

CICLO VITALE e RIPRODUTTIVO: queste tartarughe crescono molto rapidamente raggiungendo la maturità sessuale già a 3-6 anni. L'accoppiamento avviene con più frequenza all'uscita dal letargo invernale e dalla fine della primavera fino a tutta l'estate le femmine depongono più volte 8-10 uova in una buca scavata non distante dalla riva. I piccoli nascono dopo circa tre mesi, ma in assenza dell'umidità che permette loro di uscire alla luce, essi possono nascere all'interno del nido e restarvi fino alle prime piogge primaverili. I neonati presentano le stesse caratteristiche degli adulti, ma la colorazione generale è verde.

ALIMENTAZIONE: i giovani sono molto voraci e prediligono un'alimentazione ricca di proteine costituita principalmente da larve di insetti e piccoli pesci. Con l'età il dinamismo diminuisce e gli esemplari più anziani si presentano piuttosto opportunisti da questo punto di vista mangiano anche molti alimenti di origine vegetale;

STATUS e PROTEZIONE : dagli anni '70 fino al 1995 anno in cui l'Unione Europea ne ha vietato l'importazione inserendola tra le specie pericolose, tali tartarughe sono state tra gli "animali da compagnia" più acquistati e diffusi. A causa della rapidità nella crescita e della mordacità i pochi esemplari che riuscivano a sopravvivere alle dure condizioni di trasporto e alle cattive abitudini di allevamento venivano presto abbandonati lungo i corsi d'acqua naturali o nei bacini artificiali cittadini. Nei suoi territori d'origine la specie soffre a causa delle catture perpetrate in natura al fine di alimentare gli allevamenti con esemplari adulti, mentre nel resto del mondo gli esemplari importati si sono spesso acclimatati dando origine a numerose popolazioni naturalizzate. Questa specie, a causa della voracità e delle dimensioni, mette spesso a rischio le altre specie con le quali entra in competizione come nel caso della nostra Emys orbicularis.

CARAPACE Tse FEMMINA ADULTA

PIASTRONE Tse MASCHIO ADULTO

BANDA AURICOLARE ROSSO-ARANCIO IN Tse MASCHIO ADULTO

INDIETRO

 

ACQUATICHE

NOTE EDITORIALI - TARTOOMBRIA: IL SITO DI RIFERIMENTO PER I "TARTAMANTI" UMBRI - FOLIGNO (PG) - INFO@TARTOOMBRIA.ORG