Pelomedusa subrufa

Lacépède - 1788

Specie difusa in Africa.

DIMENSIONI MAX MASCHIO e FEMMINA: fino a oltre 30 cm, ma generalmente limitata a 20 cm circa;

CARAPACE: di forma ellissoidale-tondeggiante dalla colorazione uniforme olivastro-marrone;

PIASTRONE: di colore generalmente olivastro-marrone sfumato su fondo avorio;

CUTE: di colore grigio-beige piuttosto uniforme;

DIMORFISMO SESSUALE: i maschi hanno la coda notevolmente più lunga di quella delle femmine e il piastrone leggermente concavo;

CICLO VITALE e RIPRODUTTIVO: dopo l'accoppiamento le femmine scavano un nido nel quale depongono generalemente una decina di uova che schiudono dopo circa tre mesi. I neonati presentano una colorazione generale bruna identica a quella dei genitori.

ALIMENTAZIONE: specie cacciatrice abbastanza opportunista che si nutre di pesci, larve, insetti, chiocciole, piccoli volatili o mammiferi morti...;

STATUS e PROTEZIONE : nonostante la sua ampia diffusione è considerata una specie a rischio dall'IUCN; è inserita in CITES solo per alcuni paesi, mentre altri hanno stabilito delle quote di cattura ed esportazioni annuali che continuano a impoverire le popolazioni selvatiche in Africa.

Link interessante ad una discussione del forum del TartaClubItalia intitolata : CATTURE, IMPORTAZIONI e SOFFERENZE nella quale troverete l'inizio della storia della coppia di questa pagina.

CARAPACE GIOVANE FEMMINA

PIASTRONE GIOVANE FEMMINA

REPORTAGE FOTOGRAFICO DELL'ACCOPPIAMENTO

Il maschio segue la femmina, la annusa sul muso e a volte la morde

INDIETRO

 

ACQUATICHE

 

 

Quando la femmina si ferma sul fondo si posiziona sopra di lei e spinge in basso la sua testa urtandole la punta del naso con il proprio "mento"
Il maschio, con le unghie delle zampe anteriori e posteriori, afferra il carapace della femmina e soffia acqua sul suo muso
Poi lentamente scivola indietro e allunga la propria coda sotto quella della femmina



Foto del mese di Gennaio 2009

Durante l'accoppiamento la femmina agita lentamente la testa a destra e sinistra...

... tenuta d'occhio dal maschio
Al termine dell'accoppiamento i due si allontanano velocemente

NOTE EDITORIALI - TARTOOMBRIA: IL SITO DI RIFERIMENTO PER I "TARTAMANTI" UMBRI - FOLIGNO (PG) - INFO@TARTOOMBRIA.ORG