CONTATTI

Le tartarughe sono indubbiamente i rettili più amati. Questo fatto le ha rese oggetto dei desideri da parte di molti, facendo sì che oggi la maggior parte delle specie presenti sulla terra siano in via di estinzione o peggio, già estinte. Alla base di tutto questo c’è principalmente la raccolta indiscriminata perpetrata dall’uomo sulle popolazioni selvatiche.

Detto ciò, la cosa migliore sarebbe accontentarsi di vedere animali in libertà o nelle strutture attrezzate e idonee all’osservazione o all’allevamento delle stesse, come le oasi naturali e nei parchi naturalistici. Quando tuttavia si decide di allevare una tartaruga va fatto responsabilmente. Sarebbe sicuramente meglio che questi rettili, molto delicati, non venissero tenuti in casa. Si tratta di animali selvatici a sangue freddo che hanno esigenze molto particolari sia in termini di temperatura sia di esposizione solare, senza considerare le difficoltà legate a periodi delicati come il cambio di stagione e il letargo. Se nonostante tutto vogliamo tentare di allevarle, bisogna acquisirle nel rispetto imposto dalle norme che le tutelano dall’estinzione, poiché catturare, vendere, acquistare tartarughe senza i previsti documenti è illegale. Inoltre, dobbiamo impegnarci per conoscerle al fine di preservarle da inutili sofferenze; va ricordato infatti, che le specie in commercio non sono oggetti e non vanno trattate come tali: si tratta di animali molto delicati spesso venduti a pochi giorni di vita che sono e resteranno animali selvatici non interessati ad interagire con l’uomo. Questo impone il rispetto di condizioni fondamentali per farle sopravvivere anche in cattività.

info@tartoombria.org

Condividi gli ideali di Tartoombria e vorresti partecipare alle nostre attività?
CONTATTACI al nostro indirizzo mail per:

  • inviare commenti sul sito e i suoi contenuti;

  • inviare segnalazioni di avvistamenti in regione o nei dintorni e inviare eventuali foto da pubblicare sul sito. Ricorda che qualsiasi segnalazione sulla presenza delle tartarughe in determinate zone o qualsiasi indicazione bibliografica e storica potrebbe essere fondamentale allo studio in atto, ma attenzione, non rendere mai pubblica la localizzazione degli esemplari, potrebbe costare loro cara;

  • inviare informazioni utili a migliorare il sito: indicazioni tecniche e consigli in merito allo studio su geologia, storia, colture, clima, flora, fauna,  ecc. sono ben accetti;

  • per partecipare ai progetti di tartoombria: “Tarteregionali”, “Agenzia matrimoniale”, “Progetto adozione”, “Progetto cerco e trovo”;

  • inviare foto delle tartarughe selvatiche che incontri. Se desideri invece che sia Tartoombria ad effettuare foto e il censimento delle stesse contattaci;

  • ricevere consigli affinché le tue attività siano in armonia con le esigenze delle tartarughe e ne consentano la riproduzione e la conservazione senza troppe interferenze;

  • inviare il tuo interessamento a ricevere informazioni sulle news di Tartoombria o a partecipare a eventuali attività connesse alla salvaguardia: studi e ricerche, tesi di laurea, monitoraggio, raccolta dati;

  • inviare informazioni sulle tue esperienze di allevamento con foto di recinzioni e laghetti; non dimenticare di segnalare i successi riproduttivi: anche in questo caso le foto permetteranno di presentare le tue esperienze nel sito insieme ai tuoi consigli;

  • inviare domande alle quali non riesci a trovare una risposta;

  • inviare i tuoi dati e le tue motivazioni per poter eventualmente comparire all’interno del sito in qualità di: organizzazione, associazione, veterinario, allevatore, negozio specializzato, link...;

  • inviare le foto di Tartarughe provenienti da diverse parti del mondo, così potranno eventualmente essere inserite nella rubrica dedicata.

Se vuoi scaricare i loghi ed il banner di Tartoombria vai alla pagina Note Editoriali.

INDIETRO

NOTE EDITORIALI - TARTOOMBRIA: IL SITO DI RIFERIMENTO PER I "TARTAMANTI" UMBRI - FOLIGNO (PG) - INFO@TARTOOMBRIA.ORG