UMBRIA

CENSIMENTO FOTOGRAFICO DEGLI ESEMPLARI SELVATICI DI TESTUDO HERMANNI HERMANNI

INTRODUZIONE

Grazie alle osservazioni e ai materiali raccolti, nel tempo si è realizzato un database contenente un censimento fotografico che si potrebbe connotare quale strumento di studio e di salvaguardia allo stesso tempo. Infatti, se le misurazioni e i dati raccolti forniscono elementi di informazione fondamentali sulla specie, le foto possono essere considerate alla stessa stregua di un marcaggio. Infatti, ogni carapace ha le sue caratteristiche peculiari, come le nostre impronte digitali e pertanto ogni esemplare censito in libertà può essere riconosciuto in caso di cattura. In questo senso il censimento fotografico diviene strumento di salvaguardia quale deterrente alla raccolta degli esemplari liberi, una delle principali cause di estinzione di tutte le tartarughe del mondo.
Il progetto non si intende compiuto in sé, ma una periodica attività di raccolta dati direttamente sul campo, consentirà di apportare continui aggiornamenti.

MATERIALI E METODI

  1. Tempi: le osservazioni si protraggono da oltre 10 anni e per acquisizione di dati relativi ad epoche passate si è fatto ricorso ad interviste a persone anziane residenti nella località dai primi del 1900. Solo dal 1997 ad oggi lo studio ha assunto un valore più importante grazie alla raccolta di materiale fotografico in merito;
  2. Area di studio: per questioni di sicurezza si è scelto di sorvolare sulle coordinate topografiche dell’attuale area di distribuzione in modo da salvaguardare dette zone da interferenze pericolose da parte di malintenzionati;
  3. Strumenti: macchina fotografica, centimetro, carte topografiche, testi e siti in bibliografia, taccuino;
  4. Metodologia: le osservazioni si sono svolte nel corso di alcuni anni in modo discontinuo in diversi periodi stagionali e differenti condizioni meteorologiche. Le osservazioni sul campo hanno mirato principalmente alla raccolta di dati fotografici e misurazioni del maggior numero possibile di esemplari. Inoltre, le osservazioni svolte hanno consentito di fornire indicazioni sul comportamento e l’habitat della popolazione.

RISULTATI

I dati raccolti hanno consentito la realizzazione di schede individuali per ogni esemplare incontrato e di una tabella comparativa delle misurazioni di alcuni degli animali schedati. Ogni scheda contiene una foto del carapace, una foto del piastrone e un disegno di carapace e piastrone nel quale attraverso l’utilizzo di diversi colori si sono volute evidenziare le caratteristiche peculiari di ogni esemplare: un disegno particolare del carapace (nero), una scaglia anomala (verde) o una scalfitura/cicatrice della corazza (rosso).

Inoltre, grazie alle osservazioni sul campo, nella sezione “Testudo hermanni – Specie in Umbria” si è cercato di offrire una descrizione il più possibile completa di queste tartarughe.

CONCLUSIONI

Il censimento fotografico e la descrizione delle nostre Testudo hermanni, essendo utili strumenti di studio per chiunque, danno un impulso importante alla conoscenza e al riconoscimento della popolazione.
Le tartarughe fotografate sono selvatiche e oggi il fatto di catturare, detenere o commerciare tartarughe non regolarmente denunciate è illegale e perseguito dalla legge; pertanto, questo censimento fotografico ha un importante valenza di salvaguardia. A tal proposito, seppur a volte i dati relativi ad alcuni esemplari sono stati rilevati in modo parziale, si è scelto comunque di inserirne la scheda, poiché gli elementi in essa evidenziati sono sufficienti a definire l’unicità del singolo e a redarne una vera e propria “Carta d’identità”.

INDIETRO

 

FOTO ESEMPLARI Thh UMBRIA

TABELLA MISURAZIONI

HERMANNI IN UMBRIA

EMYS IN UMBRIA

 

NOTE EDITORIALI - TARTOOMBRIA: IL SITO DI RIFERIMENTO PER I "TARTAMANTI" UMBRI - FOLIGNO (PG) - INFO@TARTOOMBRIA.ORG