SICILIA

In questa regione sono presenti tre specie: Emys orbicularis , Testudo hermanni hermanni , Testudo graeca graeca. Mentre per le prime due specie si tratta di popolazioni autoctone, che sopravvivono i alcune aree della regione; per la terza, data presente solo da alcuni testi, saremmo in presenza di una popolazione naturalizzata a seguito di introduzioni perpetrate in epoche storiche.

TESTUDO HERMANNI hermanni (Gmelin, 1789)

EMYS ORBICULARIS galloitalica (Fritz, 1995)
(Recenti studi indicano l'appartenenza della popolazione di questa regione ad una nuova sottospecie indicata con il termine "trinacris")

HABITAT: reti fluviali prevalentemente litoranee, ma anche torrenti interni, e bacini o canali artificiali (fino a 1400 m s.l.m.) ;

DIMENSIONI MAX MASCHIO:
non disponiamo attualmente di osservazioni specifiche sulle popolazioni regionali;
DIMENSIONI MAX FEMMINA: non disponiamo attualmente di osservazioni specifiche sulle popolazioni regionali;

CARAPACE: non disponiamo attualmente di osservazioni specifiche sulle popolazioni regionali; di colore più chiaro rispetto allo standard della specie e a volte uniformemente giallastro: il carapace sembra essere particolarmante piatto;
PIASTRONE: non disponiamo attualmente di osservazioni specifiche sulle popolazioni regionali;
CUTE: non disponiamo attualmente di osservazioni specifiche sulle popolazioni regionali;

STATUS e VULNERABILITA':
la specie è presente con più popolazioni consistenti in diversi siti regionali dove è in grado di riprodursi regolarmente.

TESTUDO GRAECA graeca (Linnaeus, 1758)

HABITAT: macchia mediterranea litoranea;

DIMENSIONI MAX MASCHIO: non disponiamo attualmente di osservazioni specifiche sulle popolazioni regionali;
DIMENSIONI MAX FEMMINA:
non disponiamo attualmente di osservazioni specifiche sulle popolazioni regionali;

CARAPACE: non disponiamo attualmente di osservazioni specifiche sulle popolazioni regionali;
PIASTRONE: non disponiamo attualmente di osservazioni specifiche sulle popolazioni regionali;
CUTE: non disponiamo attualmente di osservazioni specifiche sulle popolazioni regionali;

STATUS e VULNERABILITA':
non disponiamo attualmente di osservazioni specifiche sulle popolazioni regionali;

Oggi in europa tutte le tartarughe sono studiate e monitorate; questo implica che su molti esemplari selvatici vengono applicati dei microchip sottocutanei o delle trasmittenti satellitari al duplice scopo di rilevamento degli spostamenti e di salvaguardia. Questa pratica ha scoraggiato molto il bracconaggio in quanto, pur non essendo esteticamente visibili, questi dispositivi rendono gli esemplari selvatici riconoscibili e rintracciabili. Inoltre, oggi, una complessa legislazione comunitaria, nazionale e regionale prevede l'arresto e il pagamento di multe salatissime in caso di cattura di questi rettili altamente protetti.

INDIETRO

 

HERMANNI IN SICILIA

NOTE EDITORIALI - TARTOOMBRIA: IL SITO DI RIFERIMENTO PER I "TARTAMANTI" UMBRI - FOLIGNO (PG) - INFO@TARTOOMBRIA.ORG