TARTITALY… il Blog fotografico di Tartoombria

Sito di allevamento, esperienza, accoglienza e ricerca dedicato alle tartarughe

Letargo e foglie di noce contro i topi

by Lorenzo - novembre 13th, 2011.
Filed under: Letargo, Tecnica, Testudo hermanni.

Ormai ne resta ben poco

La tradizione vuole che le foglie di noce tengano lontano i topi, è per questo che nel coprire i rifugi delle tartarughe la scelta di molti allevatori ricade proprio sulle foglie di questa pianta.

4 Responses to Letargo e foglie di noce contro i topi

  1. Lorenzo anche io sono un convinto sostenitore delle foglie di noce :):)
    Le uso da sempre e non ho mai avuto problemi con i topi.
    Se non sbaglio le sostanza repellenti contenute in queste foglie sono i tannini…in antichità venivano sfruttate per infusi anti zecche e credo anche per altri insetti

  2. La più grossa colonia di ratti della mia zona vive sotto un nocio… Come me lo spiegate?

  3. Maurizio,
    devo ammettere che le noci sono anche un buon cibo per i topini e pertanto capisco bene la scelta della “tua” colonia.

    Mi sembra di ricordare che anche per alcuni prelibati formaggi vige la “tradizione” di avvolgere le forme con foglie di noce proprio per tener lontani i topi, ma forse in questo caso il sapore amarognolo rende il formaggio poco appetibile.

    Non ho mai avuto problemi con i topi, solo di tanto in tanto qualche arvicola e piccoli toporagno, ma temo non sia merito delle foglie di noce… con la mia gatta hanno vita molto molto breve!!!

    Comunque come fa Giuseppe e molti altri allevatori, al momento di scegliere le foglie per il letargo la scelta ricade ogni anno sulle foglie di noce… non so se siano efficaci, ma seguo la tradizione!

  4. Forse ai ratti non danno alcun fastidio? o forse sotto questo albero di noce di cui parli tu per svariati motivi non si accumula un buono strato di foglie?
    Io posso riportare solo la mie esperienze..
    Più di una volta il mio vicino di casa ha avuto problemi con i topi che hanno rosicchiato (in più occasioni) i carapaci e parte degli arti delle sue tartarughe. Il mio recinto in linea d’aria sarà a 10m dal suo, ma io non ho mai avuto problemi con i topi. Dato che dentro e vicino i miei recinti vi sono tre grandi alberi di noce, ho sempre pensato che è stato grazie alle loro foglie secche (che lascio accumulare a terra) che topi e ratti non hanno mai fatto danni alle mie tartarughe.

    Quando quattro anni fa ho dovuto trasferire molte delle mie tartarughe in un giardino dentro un centro abitato, ho avuto molta paura che topi e ratti ( purtroppo abbondanti in questa zona) banchettassero con le mie povere tartarughe, così ho rimpinzito le loro tane e ne ho sparpagliato a sacchi nei loro recinti.
    sono passati ormai diversi anni e fortunatamente anche in questa circostanza non ho avuto problemi con i topi, pur avendone visti diversi vicino ai recinti.
    Ripeto, non so se si tratta dei tannini (che per molti insetti risultano essere un discreto repellente) o per altre sostanze, ma io le ho sempre usate e non ho mai avuto problemi.
    Forse sono stato solo fortunato, ma non sono il solo ad avere riscontrato ciò, quindi, quando in autunno raccolgo le foglie secche da mettere nei rifugi delle mie tartarughe, scelgo sempre quelle di noce… come dice Lorenzo, seguo la tradizione :) !

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.