TARTITALY… il Blog fotografico di Tartoombria

Sito di allevamento, esperienza, accoglienza e ricerca dedicato alle tartarughe

Testudo hermanni boettgeri del Montenegro

by Aspis - gennaio 1st, 2010.
Filed under: Habitat, In natura, Montenegro, Testudo hermanni.
Questa estate, diversamente dal solito e piuttosto che tornare in Grecia, ho voluto visitare il Montenegro.
Paese ancora straordinario da un punto di vista naturalistico ed erpetologico,  meriterebbe una maggiore attenzione internazionale per la tutela del suo ambiente, ormai anch’esso gravemente minacciato da speculazioni edilizie.
Appena arrivato non dovetti faticare molto per trovare un primo esemplare di T.h. boettgeri, giovanissimo, fermo al bordo di una strada asfaltata, che mi premurai di spostare più all’interno per evitare che fosse schiacciato dagli autoveicoli.
Questa pratica nei giorni successivi ho ripetuto ossessivamente con centinaia di altri esemplari ritrovati ad attraversare le carreggiate.
Ho infatti subito capito che molti guidatori montenegrini si divertono ad investire le tartarughe, effettuando anche pericolose deviazioni per intercettare questi poveri animali!     
GIOVANE TESTUDO HERMANNI BOETTGERI
GIOVANE TESTUDO HERMANNI BOETTGERI

P8045841

Il piccolo fosso presso cui ho trovato la tartaruga

Con il passare dei giorni ho potuto constatare che nel paese esiste ancora una foltissima popolazione di T.h.b.T.h.b. piastrone maschioT.h.b. maschio

Ecco le foto di qualche altro esemplare ritrovato durante la vacanza

Una grossa femmina di T.h.b. con una malformazione da traumatismo all'arto posteriore destro

Una grossa femmina di T.h.b. con una malformazione da traumatismo all'arto posteriore destro

 P8045877

 

Un bellissimo maschietto quasi del tutto rotondo!

13 Responses to Testudo hermanni boettgeri del Montenegro

  1. Bellissime!

    E’ meraviglioso come la costa balcanica dell’Adriatico offra ambienti ancora tanto naturali da consentire la vita di tante specie che in Italia vivono sull’orlo dell’estinzione: ricordo la strana sensazione che provai quando vivi un merlo acquaiolo tuffarsi nel fiume al centro di una città qualche tempo dopo i conflitti…

    In merito alle tartarughe devo ammettere che non conosco benissimo le Thb nel loro ambiente naturale, ma c’è una cosa che mi incuriosisce: ho sempre notato che le Thb in allevamento avevano un rischio molto più alto di piramidalizzazione rispetto alle Thh; poi osservando varie immagini di esemplari selvatici adulti ho notato che tutti presentavano un leggero rigonfiamento delle placche del carapace!

    Seppure il giovane esemplare appaia liscissimo, il maschio adulto delle tue foto sembra confermare questa tendenza.

    Io ho ipotizzato che questa tendenza alla piramidalizzazione possa essere dovuta al fatto che spesso le Thb vivono spesso nei pressi di zone umide dove c’è disponibilità di acqua ed erbe fresche nel corso di tutto l’anno…

    … tu cosa ne pensi?

  2. Grazie ancora Aspis per le bellissime immagini: non avevo visto le ultime!

    A colpo d’occhio mi vengono alcune curiosità.

    E’ strano vedere delle suture pettorali/femorali così simili in Thb: ammesso che accettiamo la differenza tra le due specie, in Montenegro sono presenti Thb oppure hercegovinensis?

    E poi, le macchie nere sulle gulari, a livello del piastrone sono sempre presenti?

  3. Il fenomeno della piramidalizzazione l’ho osservato in diversi esemplari selvatici di T.h.b in diversi habitat: sempre in adulti e in una percentuale del 10% circa della popolazione.
    A mio parere oltre alla disponibilità perenne di acqua ed erbe fresche esso può essere dovuto anche alla tendenza di alcuni esemplari a preferire proteine di origine animale, cadaveri, chiocciole, feci ovine e/o caprine.
    Riguardo alle suture ed alle macchie nere sulle gulari posterò in seguito alcune foto di esemplari di Thb indistinguibili da Thh se non fosse che sono stati ritrovati in Grecia!
    In Montenegro, sulla zona della costa, ho trovato tutti esemplari che possedevano almeno una delle lamine inguinali: l’areale delle hercegovinensis dovrebbe essere più a nord ovest, Croazia e Bosnia-erzegovina.

  4. Aspis sono molto curioso di vedere le altre foto riguardanti le suture…

  5. Aspis, mi fa piacere che anche tu abbia notato questi due aspetti nelle Thb selvatiche: piramidalizzazione e aspetto esteriore intermedio tra Thb e Thh, di solito vengono imputati a cattivo metodo di allevamento e ad incroci tra sottospecie.

    Invece, da tempo mi sono reso conto che queste caratteristiche potrebbero appartenere alla sottospecie orientale che a mio avviso, nel suo complesso, anche per il fatto che occupa un’area molto più vasta probabilmente, presenta una fortissima variabilità da regione a regione.

    In merito all’areale delle hercegovinensis mi sono sempre chiesto quali fossero i limiti geografici della sua distribuzione che in alcuni casi mi sembra contigua con quella delle Thb: a questo punto dal momento che mi sembra di ricordare che nessuno studio genetico è riuscito a separare la “sottospecie hercegovinensis” da quella “boettgeri”, nelle aree dove le due popolazioni vivono in simpatria secondo te è possibile trovare individui fenotipicamente intermedi?

  6. Dimenticavo che anche io ho notato un regime alimentare un po’ più opportunista da parte delle Thb!

  7. Io ritengo di si: nelle aree dove le due popolazioni vivono in simpatria credo sia possibile trovare individui fenotipicamente intermedi

  8. pur alimentandole in maniera corretta, anche io ho notato che certe thb piramidalizzano piu di altre..

  9. Lorenzo mi aveva già parlato di questa piramidalizzazione nelle Thb selvatiche e le foto di Aspis mi hanno comunque stupita perchè non immaginavo fosse un evento così frequente.
    L’esemplare dell’ultima foto sembra anche leggermente deforme nella sagoma. Mi sbaglio?

  10. Ti sbagli Vale! (sto ancora aspettando il ferro di cavallo, do you remember?:-)
    L’esemplare era invece quasi perfettamente rotondo, ma senza alcuna piramidalizzazione, e se non fosse stto per le suture poteva benissimo assomigliare ad una Thh pugliese!

  11. Ferro di cavallo??? What’s the matter?

  12. Solo alcune foto di Hemorrhois hippocrepis……:-)))

  13. Bene…

    ma Vale, non stiamo parlando della presunta “biscia” saltata nel tuo laghetto?

    In merito alla femmina delle foto sembrerebbe che la sua zampa sia rimasta strozzata da un laccio!

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.