TARTITALY… il Blog fotografico di Tartoombria

Sito di allevamento, esperienza, accoglienza e ricerca dedicato alle tartarughe

Nascite in terra in pieno inverno!

by Lorenzo - gennaio 1st, 2010.
Filed under: Habitat, In natura, Letargo, Riproduzione, Tartagiardini & Allevamenti storici, Tecnica, Trachemys, Umbria.

Umbria, 31 dicembre 2009

Un buco nel terreno in uno dei recinti delle hermanni!

6_nido

Mi avvicino… nel buco qualcosa si muove…

7_nido

… lumache? topini? insetti?

8_nido

Noooo…. delle piccole!!!

9_nascita_trachemys

Ma non sono hermanni… sono acquatiche.

10_nascita_trachemys

Una, due, tre e poi quattro piccole Trachemys…

11_piccola_trachemys_c

12_piccola_trachemys_p

Eccole ricoperte completamente di fango!

13_nascita_trachemys

14_nascita_trachemys

Una deposizione che mi era completamente sfuggita, come altre d’altronde avviene spesso, ma la cosa strana è che queste uova siano state deposte da una mamma Trachemys in fuga nel recinto delle terrestri in pieno sole: lì in estate il terreno argilloso diventa “pietra” e la siccità è assoluta. Alcune notti fa la temperatura nelle casse e nei rifugi lì accanto è scesa sotto zero e loro erano lì nel loro nido. Le piccole ce l’hanno fatta in barba a tutto quello che si dice e si sente dire sulle esigenze biologiche di questa specie: argilla dura, secca e anche gelata.

15_nascita_trachemys

Questa testimonianza di nascita sul terreno delle piccole Trachemys sconcerterà abbastanza alcuni tra gli “addetti ai lavori” per la salvaguardia del nostro ambiente naturale: senza alcun intervento umano e nelle condizioni peggiori che si potessero offrire a queste uova, quattro piccole Trachemys si sono affacciate alla vita in questa tiepida fine dell’anno.

Eccole in acqua ancora ricoperte di terra e poi …

16_nascita_trachemys

17_nascita_trachemys

… qualche ora dopo!

18_nascita_trachemys

19_nascita_trachemys

Sono certo che le piccole ce l’avrebbero tranquillamente fatta a superare l’inverno nel loro nido o tra l’erba intorno, ma la mia curiosità non mi ha permesso di aspettare: ora sono a fare il letargo insieme alle sorelle nate durante l’estate Schiusa tartarughine acquatiche

20_nascita_trachemys

Solitamente le femmine depongono più di quattro uova ed essendosi creato il buco è probabile che alcune sorelle delle quattro piccole abbiano abbandonato il nido prima del mio arrivo: in questo caso e le vedrò sbucare dall’acqua ai primi soli di primavera.

 

Non ci sarebbe potuta essere fine migliore per un 2009 che definirei il mio anno più prolifico… in ogni senso!

13 Responses to Nascite in terra in pieno inverno!

  1. Le miti temperature di questo inizio inverno hanno contribuito a questo “sconcertante” evento che dimostra, in tutta la sua gravità , le potenzialitàriproduttive di questa specie aliena per il nostri territori. E’ una testimonianza che dovrebbe essere pubblicizzata il più possibile per far riflettere sui rischi degli incauti rilasci in natura di specie alloctone, quali che esse siano.

  2. Straordinario! Non avrei mai creduto che potesse accadare una cosa simile con le Trachemys.

  3. Vale io darei un’occhiatina anche nei pressi del tuo laghetto, magari trovi il nido delle tue Emys!

  4. Si ora controllo, del resto fino a ieri sembrava primavera. Oggi c’è un pò più freddo, piove e c’è un vento fortissimo.

  5. Tiziano, nonostante io sapessi da tempo che solitamente le Emys sbucano dal terreno a fine inverno, ieri non credevo ai miei occhi; credo sia una sorta di strategia conservativa: i piccoli che trascorrono il letargo nel nido sono al riparo dal gelo, dalle piene invernali e dal rischio annegamento.

    Sinceramente non credevo neanche che le sorelle nate in estate fossero in grado di affrontare il letargo così tranquillamente; e credo che le piccoline ora faranno lo stesso.

    In merito al pubblicizzare questo evento spero di fare del mio meglio e poi è mia intenzione monitorare la rapidità di crescita di questi esemplari.

  6. Auguri a tutti di buon anno e un saluto affettuoso a Valentina e a Tiziano!
    Auguri soprattutto a te Lorenzo, quadruplicati, vista la nuova prole!
    La regola, dato che si tratta di Trachemys, vorrebbe che li schiacciassi a martellate, come dice il mio amico Marco, ma, visto che si riproducono come la gramigna, io credo che non possiamo nè dobbiamo più preoccuparci: questa specie ha ormai uguale diritto di cittadinanza delle cugine Emys……

  7. Benvenuto nel Blog Aspis!

    Sai bene che non schiaccerei mai a martellate neanche una delle mie tartarughe: e cogliendo la tua provocazione torno sul discorso “pericolo alloctoni”.

    Anche se sono convinto che il mondo intero non potrà più prescindere dalla presenza delle Trachemys negli habitat naturali estranei alla specie e forse, visto che queste “americane” non essendo arrivate da sole, meriterebbero anche quel “diritto di cittadinanza” che invochi tu, eventi come questo, al di là della passione che ci lega a questi o altri animali, devono assolutamente metterci in guardia dal pericolo dei rilasci in natura e delle fughe impreviste.

    Sappiamo bene infatti che il pericolo generato da una specie alloctona è sempre imprevedibile e solitamente irreversibile!

  8. Una splendida maniera per chiudere il 2009 e festeggiare l’arrivo del 2010! Bella anche la sequenza fotografica.

  9. Grazie Adele e benvenuta nel Blog!

  10. Con un po di ritardo (il mio computer mi aveva lasciata nelle secche !) vi auguro un buonissimo anno 2010 !

    Sono veramente meravigliata da questa storia di nascita in pieno inverno ! e quasi un miracolo che queste piccole abbiano potuto sopravvvere nelle condizioni climatiche che hai descritte. Lorenzo hai avuto con queste piccole un regalo di fine d’anno veramente stupendo e commovente. Noi tutti ti invidiamo e ci piacerebbe avere tale buona sorpresa.
    Grazie per tutte le foto di questa nascità, le piccole sone bellissime e spero che il loro letargo passerà bene.

  11. Bentornata Aline,
    t’as vu les petites toutes mignonnes?!?!?

    E per te, come si dice da noi, anno nuovo… computer nuovo!

  12. Grazie ! infine il mio nuovo computer funziona bene, ero molto triste senza computer !

    Le petites sont super mignonnes !! quelle chance tu as eue !

  13. [...] Sotto terra ce n’erano altre due, minuscole, e son rimaste li nel terreno secco e freddo tutto l’inverno. Il loro nido non era poi tanto distante da quello delle piccole Trachemys nate a San Silvestro: Nascite in terra in pieno inverno! [...]

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.